29.5.06

Free thinking

Vino australiano, film in inglese, lavatrice che gira, finestra aperta..così mi arrivano le voci di chi cammina di sotto.

Qui sto bene anche da sola. A Torino era un incubo. Dovevo scappare da quella casa puzzolente e alienante. Cercavo ogni sera una via di fuga, che arrivava attraverso un aperitivo, una cena, una tisana, due chiacchiere con qualcuno, una scappata a casa di mamma in campagna, un impegno lavorativo a Milano, un corso di ceramica al tornio, un cazzo di qualcosa che facesse passare il tempo...

Questa è una grande conquista. Ora ho un posto dove mi sento bene. Sola, senza nessuno, potrei spegnere la tv, leggere un libro, mettermi su Internet, fare una telefonata come no..potrei anche solo stare distesa sul divano, sul letto, per terra, in terrazza..non importa, dove, come, quando.

Proprio per questo devo dire grazie. A tutte le persone con cui ho passato del tempo, che ho imparato a conoscere, che mi hanno sopportata, capita, tollerata, con cui mi sono confidata, divertita, lamentata, ubriacata...

Grazie a Motoki e Choi, i miei primi amici..che salivano e scendevano dalla mia Micra Orient Express come i bambini quando li porti a scuola e li passi a riprendere..
Grazie a Paolo e Dario, con i quali ho visto un sacco di film stravaccata sul divano (di una casa in cui ho abitato da pseudo-convivente tanti anni fa)..
Grazie a Elena che mi ha insegnato che la ceramica non è poi così impossibile. Resta improbabile, ma non impossibile...
Grazie a Fabio, che prendeva continui impegni a Milano permettendomi di vedere Bu anche durante la settimana..
Grazie a Elisa Petitz senza la quale puoi sentirti ridicola, ma se arriva lei! E' fatta..in confronto ti senti perfetta...e ti fa ridere, ridere, ridere..bella!
Grazie a Daniely, che dio..come diceva Sere "è di nuovo tempo delle bastonate"! Ma mi ha insegnato a pretendere un po' di più dalle piccole cose della mia vita di tutti i giorni..
Grazie a Giovanna, che con le sue storie di uomini, sesso, week-end bollenti mi ha fatta davvero ridere e divertire..
Grazie agli sfigueiras, che dividevano l'affitto con me...e almeno potevo risparmiare..
Grazie ad Andrea che ha portato un po' di frivolezza..
Grazie a John, che una sera mi sembrava volesse baciarmi sulla bocca e mi ha fatta incazzare..e poi ho capito che si è solo perso in una vita più grande di lui...
Grazie a Dan, che ho scoperto per caso..e che è una persona bellissima..così com'è, senza influenze e senza donne che lo devono cambiare..se solo lo sapesse!!
Grazie a Sere, con cui ho condiviso tanti viaggi in macchina, tanti segreti e un sacco di alcool, cazz..
e grazie a Marge, che il primo giorno mi è sembrata una pazza da legare..e l'ultimo anche..ma Dio, quanta roba in mezzo..

E grazie a Bu che mi ha aspettata, capita, ascoltata, mandata a cagare, ripresa, coccolata e infine accolta nella 'sua piccola casetta di Bu' dove ogni giorno mettiamo un mattoncino per il nostro futuro...senza riserve e anche senza la sicurezza di come andrà
..ma almeno ci si vuole davvero bene.

3 Comments:

Blogger motoki said...

cazz.. hai tolto la foto!?
uff

7:42 PM  
Blogger laberti said...

Mi è venuta paura dei maniaci sessuali..Poi però mi è scattata la forza shaolin..

AAAHHH NAMMO BIN!

7:44 PM  
Blogger tettallatte said...

prego

11:39 PM  

Posta un commento

<< Home